Archivio testo: Il libro della memoria e la prima apparizione di Beatrice

La prima apparizione di Beatrice: Ambientazione

DANTE ALIGHIERI

LA PRIMA APPARIZIONE DI BEATRICE

da LA VITA NUOVA


L’ambientazione dell’episodio

L’episodio narrato al capitolo II della Vita Nuova si svolge in un’atmosfera di grande rarefazione e astrazione, che il poeta crea attraverso un’ambientazione del tutto priva di particolari descrittivi a carattere realistico.

Per quanto riguarda lo spazio in cui si svolge l’episodio è facile osservare come, su di esso, Dante non fornisca neppure un solo particolare descrittivo.

Per quanto riguarda il tempo in cui si collocano i fatti, il discorso è appena differente.

A ben guardare ci sarebbero 2 indicazioni temporali fornite da Dante: la perifrasi astronomica iniziale infatti permette di collocare l’episodio in primavera e nell’anno in cui sia Dante, sia Beatrice hanno 9 anni. Tuttavia né l’una, né l’altra indicazione hanno valore realistico descrittivo:

– la collocazione primaverile dell’innamoramento …

Pubblicità

… è assolutamente convenzionale in tutta la letteratura medievale, vale a dire che è un topos cui non si può riconoscere valore realistico.

–  il numero degli anni – nove: il numero del miracolo – non veicola significati realistici, ma simbolici, vale a dire che in esso, il lettore medievale non legge la reale età dei protagonisti, bensì una informazione diversa, e cioè che Beatrice è un miracolo e che un miracolo è anche la sua apparizione nella vita di Dante.