Archivio testo: Avete in vo’ li fior’ e la verdura

Parafrasi Avete in vo’ li fior’ e la verdura

GUIDO CAVALCANTI

AVETE IN VO’ LI FIOR’ E LA VERDURA

– dal CANZONIERE –

– PARAFRASI DEL TESTO –
PRIMA QUARTINA

Versi 1 – 4

Avete ’n vo’ li fior’ e la verdura
e ciò che luce od è bello a vedere;
risplende più che sol vostra figura:
chi vo’ non vede, ma’ non pò valere.

Nel vostro aspetto c’è la bellezza dei fiori e della vegetazione, e di ciò che brilla e che è piacevole da guardare; la vostra persona risplende (ossia: “abbaglia”) più del Sole: non può eccellere l’uomo che non vede voi.

Pubblicità

SECONDA QUARTINA

Versi 5 – 8

In questo mondo non ha creatura
s’ piena di bieltà né di piacere;
e chi d’amor si teme, lu’ assicura
vostro bel vis’ a tanto ’n sé volere.

In questo mondo non esiste altra creatura a tal punto piena di bellezza e di piacevolezza; il vostro sguardo è un richiamo così intenso (lett.: “ha in sé tanto desiderio, possiede tanto fascino”), che fa coraggio all’uomo che si guarda dall’amore per timore.

PRIMA TERZINA

Versi 9 – 11

Le donne che vi fanno compagnia
assa’ mi piaccion per lo vostro amore;
ed i’ le prego per lor cortesia

Le donne a cui vi accompagnate mi risultano gradite in virtù dell’amore che mi lega a voi; ed io prego loro, facendo appello alla loro cortesia,

Pubblicità

SECONDA TERZINA

Versi 12 – 14

che qual più può più vi faccia onore
ed aggia cara vostra segnoria,
perché di tutte siete la migliore.

di farvi onore ciascuna quanto più può, e di aver riguardo del fatto che le guidiate, perché tra tutte siete voi la migliore.