Archivio testo: Amore e’l cor gentil sono una cosa

Riassunto Amore e ’l cor gentile sono una cosa

DANTE ALIGHIERI

AMORE E ’L COR GENTIL SONO UNA COSA

– RIASSUNTO –


Amore e ’l cor gentile sono una cosa è un sonetto sulla natura e la fenomenologia dell’amore, nel quale Dante riafferma i principi cardine della teoria amorosa Stilnovista enunciati da Guinizzelli nella canzone Al cor gentil rempaira sempre amore.


Prima Quartina


Nella prima quartina Dante, richiamandosi esplicitamente all’autorità di Guinizzelli, dichiara che amore e nobiltà d’animo non sono pensabili separatamente, al punto che sarebbe una contraddizione in termini ipotizzare l’uno in mancanza dell’altro.


Seconda Quartina


Nella seconda quartina il poeta afferma che l’animo nobile è per l’amore ciò che una magione è per il suo signore, suggerendo con questa immagine l’idea che l’animo nobile e l’amore sono legati tra loro da un preciso rapporto “potenza/atto”.

Pubblicità

Le Terzine


Nelle terzine conclusive Dante spiega la genesi dell’amore, riproponendo l’idea tradizionale per cui l’amore è lo stato di costante desiderio in cui l’animo viene a trovarsi quando la percezione visiva di una figura femminile di particolare bellezza, procura in esso un eccesso di piacere.