Archivio testo: Bellerofonte

Riassunto Bellerofonte

Mito di

BELLEROFONTE

dall’Iliade di Omero

RIASSUNTO

La storia di Bellerofonte compare nell’Iliade di Omero, narrata da Glauco, re di Licia, quando sta per scontrarsi con l’acheo Diomede.

Bellerofonte è un giovane dell’Argolide, di straordinaria bellezza e singolare coraggio, discendente del dio Eolo.

Di Bellerofonte si invaghisce Antea, la moglie del re dell’Argolide, Preto. Bellerofonte si dimostra saggio e respinge la donna, ma questa, per ripicca, lo calunnia di fronte al re, accusandolo di aver tentato di sedurla. Il re non se la sente di uccidere Bellerofonte di sua mano e così lo invia in Licia, affidandogli l’incarico di mostrare al re di quella terra alcune tavolette scritte, nelle quali Preto chiede di provvedere all’uccisione del giovane. Bellerofonte, non conoscendo la scrittura, non capisce l’inganno e assolve al compito.

Pubblicità

Letto il contenuto delle tavolette il re di Licia sottopone Bellerofonte ad una serie di prove mortali, sperando che egli non sopravviva, ma Bellerofonte ogni volta trionfa sugli avversari e torna incolume: egli prima uccide la Chimera, essere mostruoso metà leone e metà drago, e con la testa di capra, quindi sconfigge il popolo dei Solimi, poi debella le Amazzoni, infine stermina i guerrieri più forti di Licia, mandati dal re a tendergli un agguato.

A questo punto il re riconosce l’origine divina di Bellerofonte, lo invita a restare in Licia, e gli concede in moglie la propria figlia. Dalla figlia del re, Bellerofonte genera tre figli, Isandro, Ippòloco, e Laodàmia. Da Ippòloco nasce Glauco, colui che nell’Iliade di Omero, prima di confrontarsi con Diomede, racconta la storia.

  • Articoli Correlati per Tag :