Archivio testo: Class

Traduzione Class di Juliet McMaster

JULIET MC MASTER

CLASS

– TRADUZIONE IN ITALIANO –

Classe sociale. La distinzione di classe era un dato di fatto per Jane Austen, e la sua acuta capacità di osservazione era una parte essenziale del suo lavoro come scrittrice di romanzi realistici. Jane Austen non tratta mai di membri della famiglia reale, né di nessuno dei grandi aristocratici che all’epoca della scrittrice ancora possedevano enormi tenute nel Paese e rivestivano un ruolo importante nel governo. Di fatto, personaggi con titoli nobiliari raramente sono contemplati nei suoi romanzi. La famiglia di proprietari terrieri di vecchia data, ma senza titolo, sembra invece godere del profondo rispetto della Austen, specialmente se il loro reddito proviene dalla terra. L’eroe austeniano più desiderabile, Mr Darcy, proviene da questa classe sociale, quella dei grandi proprietari terrieri. La scrittrice ripete con insistenza che con i privilegi arrivano anche grandi responsabilità. Elisabeth gela Darcy quando egli si mostra arrogante e orgoglioso; ma si innamora di lui quando scopre che, come proprietario della tenuta di Pemberley, usa il suo potere per il bene di quelli che gli stanno intorno.

Mr Bennet di Longbourn in Orgoglio e Pregiudizio e Mr Dashwood in Ragione e Sentimento sono gentiluomini di campagna e proprietari di terre, ma non hanno un impegno a lungo termine che li leghi alla terra, il che fa invece di Darcy un buon amministratore e un aristocratico con saldi principi morali.

L’aristocrazia e l’eredità terriera dipesero fortemente dal sistema della primogenitura, in virtù del quale tutta la proprietà si accumulava nelle mani di un unico membro della famiglia. Questo sistema si era sviluppato in forma di regola, ai fini della conservazione del nome della famiglia e della proprietà attraverso le generazioni. Jane Austen mette in evidenza le ingiustizie di questo sistema di successione ereditaria all’inizio di Ragione e Sentimento, dove, sia i soldi, sia la terra, vengono ereditati soltanto per linea maschile. A causa di ciò, le cinque ragazze Bennet sono costrette a ritirarsi a Longbourn quando il loro padre muore.

Pubblicità

Le migliori simpatie della Austen restano comunque per la classe professionale – la scrittrice stessa, infatti, proviene da questa classe. Il figlio di un gentiluomo che deve guadagnarsi da vivere ha possibilità limitate: la chiesa, l’esercito, la marina, la legge e la medicina. Jane Austen colloca alcuni dei maggiori protagonisti dei suoi romanzi nel “commercio”. Non deve sorprendere che la piccola nobiltà e le classi professionali si sentissero piuttosto minacciate dai grandi cambiamenti che stavano arrivando con la Rivoluzione Industriale. Jane Austen pone una particolare attenzione al passaggio graduale delle classi dedite al commercio verso la nobiltà. Charles Bingley in Orgoglio e Pregiudizio è un gentiluomo raffinato, già amico di un prestigioso membro della nobiltà di campagna come Darcy. Ma la sua è una ricchezza nuova, “acquisita con il commercio” nel Nord industriale dell’Inghilterra. E noi lo seguiamo nel suo cammino per acquisire un titolo nobiliare: non appena sposa Jane, Bingley compra una proprietà vicino Derbyshire; così, la “successiva generazione” avrà compiuto un passo avanti nella scalata sociale.

L’importanza assegnata alla differenza di classe è la fonte di buona parte della “commedia” di Jane Austen e della sua ironia, come anche della sua satira sociale. Molti dei suoi personaggi più spregevoli sono proprio quelli che sottolineano con particolare enfasi le differenze sociali (come Miss Ferrars, Miss Bingley, Mr Collins, Lady Catherine de Bourgh), mentre i personaggi come Darcy, troppo orgogliosi della loro posizione sociale, sono costretti dall’autrice a riconoscere il loro modo di vedere come scorretto.