Archivio testo: Prospero and Ariel

Traduzione Prospero and Ariel

WILLIAM SHAKESPEARE

PROSPERO AND ARIEL

– da THE TEMPEST– ACT I, SCENE II –

– TRADUZIONE IN ITALIANO –
[Enter ARIEL.]
[Entra Ariel.]

ARIEL:

All hail, great master! Grave sir, hail! I come

to answer thy best pleasure; be’t to fly,

to swim, to dive into the fire, to ride

on the curl’d clouds, to thy strong bidding task

Ariel and all his quality.

Salute, gran maestro! Venerabile signore, salute! Vengo per esaudire il tuo più grande desiderio; sia esso (il desiderio) di volare, di nuotare, di tuffarti nel fuoco, di cavalcare le nuvole ricciolute: Ariel, e tutte le sue capacità, (sono) ai tuoi ordini (lett.: “sono al tuo risoluto comando”)!

PROSPERO:

Hast thou, spirit,

perform’d to point the tempest that I bade thee?

O spirito, hai tu inscenato a puntino la tempesta che ti ho comandato?

ARIEL:

To every article.

I boarded the king’s ship; now on the beak,

now in the waist, the deck, in every cabin,

I flam’d amazement: sometime I’d divide,

and burn in many places;

Per filo e per segno. Sono salito a bordo della nave del re e ho fiammeggiato meraviglia ora a prua, ora a poppa, sul ponte, in ogni cabina: in alcuni momenti mi dividevo, e bruciavo in molti luoghi (simultaneamente);

Pubblicità

on the topmast,

the yards and boresprit, would I flame distinctly,

then meet and join. Jove’s lightnings, the precursors

o’ the dreadful thunder-claps, more momentary

and sight-outrunning were not:

sull’albero maestro, sui pennoni e sul bompresso, bruciavo in luoghi distinti, e poi mi raccoglievo e mi ricomponevo. I lampi di Giove, i precursori dei tuoni terrificanti, non sarebbero stati né più istantanei, né avrebbero oltrepassato la vista più in velocità (di me):

the fire and cracks

of sulphurous roaring the most mighty Neptune

seem to besiege and make his bold waves tremble,

yea, his dread trident shake.

il fuoco e gli schianti del boato sulfureo sembravano (lett.: “sembrano”) assediare il potentissimo Nettuno (ossia: “sembravano aver messo il mare sotto assedio”), e (sembravano) far fremere le sue onde audaci: proprio così, e (sembravano) scuotere il suo temibile tridente.

PROSPERO:

My brave spirit!

Who was so firm, so constant, that this coil

would not infect his reason?

Mio prode spirito! Chi fu così coraggioso, così imperturbabile, da non farsi turbare la ragione da questo sconquasso (lett.: “Chi fu così … che questo sconquasso non abbia turbato la sua ragione”)?

ARIEL:

Not a soul

but felt a fever of the mad, and play’d

some tricks of desperation. All but mariners

plung’d in the foaming brine, and quit the vessel,

then all afire with me:

Non (c’è stata) un’ anima che non abbia sentito la febbre della follia, e che non abbia recitato qualche scena di disperazione. Tutti, eccetto i marinai, si sono gettati nel mare schiumoso ed hanno abbandonato la nave, poi tutta in preda alle fiamme grazie a me:

Pubblicità

the king’s son, Ferdinand,

with hair up-staring, – then like reeds, not hair, –

was the first man that leap’d; cried, ‘Hell is empty

and all the devils are here.’

il figlio del re, Ferdinando, con i capelli dritti – in quel momento simili a giunchi, non a capelli – è stato il primo uomo che è saltato; egli gridava: “L’inferno è vuoto, e tutti i diavoli sono qui!”

PROSPERO:

Why that’s my spirit!

But was not this nigh shore?

Ebbene, questo è il mio spirito! Ma (tutto) ciò non era vicino alla riva?

ARIEL:

Close by, my master.

Poco distante, mio maestro.

PROSPERO:

But are they, Ariel, safe?

Ma loro, Ariel, sono salvi?

ARIEL:

Not a hair perish’d;

on their sustaining garments not a blemish,

but fresher than before: and, as thou bad’st me,

in troops I have dispersed them ‘bout the isle.

Nemmeno un capello (ne) è andato perduto. E sui vestiti che li tenevano a galla (non c’è) neppure una macchia, al contrario, (sono) più nuovi di prima: inoltre, come tu mi hai ordinato, li ho dispersi, in gruppi, per tutta l’isola.

Pubblicità

The King’s son have I landed by himself;

whom I left cooling of the air with sighs

in an odd angle of the isle and sitting,

his arms in this sad knot.

Il figlio del Re l’ho sbarcato da solo e l’ho lasciato a rinfrescare l’aria con i sospiri in un angolo remoto dell’isola, seduto, (con) le sue braccia tristemente conserte.

PROSPERO:

Of the king’s ship,

the mariners say how thou hast disposed

and all the rest o’ th’ fleet.

E parlami della nave del re, e di come hai sistemato i marinai e tutto il resto della flotta.

ARIEL:

Safely in harbour

is the king’s ship; in the deep nook, where once

thou call’dst me up at midnight to fetch dew

from the still-vex’d Bermoothes, there she’s hid:

La nave del re è in porto, al sicuro; essa è nascosta là, nella baia profonda, dove tu una volta mi hai evocato a mezzanotte, affinché ti portassi la rugiada dalle eternamente agitate Bermuda:

the mariners all under hatches stow’d;

who, with a charm join’d to their suffer’d labour,

I have left asleep; and for the rest o’ the fleet

which I dispersed, they all have met again

and are upon the Mediterranean flote,

I marinai li ho stivati tutti sotto i boccaporti; con un incantesimo aggiunto alla loro sofferta fatica, li ho lasciati addormentati; e, quanto al resto della flotta che ho disperso, tutti (i vascelli) si sono incontrati di nuovo, e (ora) si trovano sui flutti del Mediterraneo,

Pubblicità

bound sadly home for Naples,

supposing that they saw the king’s ship wreck’d

and his great person perish.

diretti malinconicamente verso casa, a Napoli, credendo di aver visto distrutta la nave del re, e (di aver visto) perire il suo nobile corpo.

PROSPERO:

Ariel, thy charge

exactly is perform’d: but there’s more work.

What is the time o’ the day?

Ariel, il tuo incarico è stato perfettamente eseguito, ma c’è altro lavoro. Qual è l’ora del giorno (ossia: “che ore sono”)?

ARIEL:

Past the mid season.

Ne è trascorsa la metà.

PROSPERO:

At least two glasses. The time ‘twixt six and now

must by us both be spent most preciously.

Almeno due clessidre (ossia: “Da almeno due ore”). Il tempo tra ora e le sei deve essere speso da entrambi noi due nella maniera più proficua.

ARIEL:

Is there more toil? Since thou dost give me pains,

let me remember thee what thou hast promised,

which is not yet perform’d me.

C’è altro lavoro? Poiché mi assegni altre incombenze, lascia che io ti ricordi che cosa tu hai promesso e che non è ancora (stato) fatto per me!

PROSPERO:

Pubblicità

How now? Moody?

What is’t thou canst demand?

Com’è adesso (lett.: “Che cosa, adesso”)? Imbronciato? Che cosa c’è che tu puoi pretendere?

ARIEL:

My liberty.

La mia libertà.

PROSPERO:

Before the time be out? No more!

Prima che il tempo sia scaduto? Mai.