Archivio testo: The masque

Traduzione The masque

WILLIAM SHAKESPEARE

THE MASQUE

– da ROMEO AND JULIET – ACT I, SCENE V –

– TRADUZIONE IN ITALIANO –

IL TESTO

Il testo The masque (tradotto: “La maschera”) è un estratto dal primo atto di Romeo and Juliet, e contiene il racconto del momento in cui Romeo e Giulietta si incontrano per la prima volta durante una festa in casa dei Capuleti.

POSIZIONAMENTO NELLA STORIA: Montecchi e Capuleti, le due principali famiglie di Verona, sono divise da generazioni da un terribile odio. Nonostante ciò Romeo, il figlio del vecchio Montecchi, partecipa mascherato a una festa in casa dei Capuleti, con la speranza di incontrarvi Rosalina, una nipote dei Capuleti della quale si è innamorato. A sorpresa, però, nel corso della festa Romeo vede per la prima volta Giulietta, e ne resta folgorato. La scena contenuta nel testo The masque si inserisce a questo punto della vicenda, riprendendo il racconto dal momento in cui Romeo ha appena visto Giulietta, ed osservandola attonito da lontano, commenta tra sé la grazia straordinaria della fanciulla.

L’estratto si compone di due parti: nella prima parte (versi 1-10) Romeo osserva Giulietta da lontano e, in un appassionato monologo, celebra la straordinaria bellezza di lei. In conclusione del suo monologo Romeo dichiara di non aver mai conosciuto il vero amore prima d’aver visto Giulietta, e si propone di attendere la fine del ballo per raggiungere la fanciulla e toccarne la mano. A partire dal verso 11 la scena cambia, e vengono riportate le battute che Romeo e Giulietta si scambiano una volta che il giovane si è avvicinato. Romeo, toccando la mano di Giulietta, fa riferimento alla mano della fanciulla come a un “reliquiario” e alle proprie labbra come a due “pellegrini arrossiti”. Da questo momento in avanti, tutto il dialogo si svolge nella forma di un gioco di metafore attinte al mondo delle pratiche devote dei pellegrini verso i santi, sotto le quali metafore si celano le esitazioni dei due giovani a scambiarsi il primo bacio. Infine Romeo bacia Giulietta.

TRADUZIONE IN ITALIANO

ROMEO:

O, she doth teach the torches to burn bright!
It seems she hangs upon the cheek of night
like a rich jewel in an Ethiope’s ear –
beauty too rich for use, for earth too dear!

Oh, lei insegna alle fiaccole a brillare luminosamente! Sembra che lei penzoli sulla guancia della notte, come un sontuoso gioiello sull’orecchio di una fanciulla Etiope – bellezza troppo magnifica perché la si possa usare, troppo preziosa per la Terra!

So shows a snowy dove trooping with crows,
as yonder lady o’er her fellows shows.
The measure done, I’ll watch her place of stand,
and, touching hers, make blessèd my rude hand.

Una nivea colomba (ossia: “Una colomba candida come la neve”) che fa gruppo con dei corvi apparirebbe (lett: “appare”) così come appare la mia amata là tra le sue compagne. Terminato il ballo, osserverò il suo luogo di sosta (ossia: “Farò caso a dove andrà a sedersi”) e renderò beata la mia rozza mano toccando le sue (mani).

Did my heart love till now? Forswear it, sight!
For I ne’er saw true beauty till this night. […]

Il mio cuore ha (mai) amato fino ad ora? O sguardo, non credere ciò! Poiché, fino a questa notte, io non avevo mai visto la vera bellezza. […]

Pubblicità

ROMEO:

[To Juliet, touching her hand]
If I profane with my unworthiest hand
this holy shrine, the gentle sin is this:
my lips, two blushing pilgrims, ready stand
to smooth that rough touch with a tender kiss.

[Rivolgendosi a Giulietta mentre tocca la mano di lei] Se io profano questo sacro reliquiario con la mia mano indegna, è questo un peccato cortese: le mie labbra, due pellegrini arrossiti (ossia: “timidi e rossi per la vergogna”), sono pronte ad addolcire con un tenero bacio quel tocco rude.

JULIET:

Good pilgrim, you do wrong your hand too much,
which mannerly devotion shows in this:
for saints have hands that pilgrims’ hands do touch,
and palm to palm is holy palmers’ kiss.

O buon pellegrino, tu fai troppo torto alla tua mano, la quale dimostra cortesemente devozione in questo (ossia: “con questo gesto”): in quanto (anche) i santi hanno mani che le mani dei pellegrini toccano, e palmo contro palmo (ossia: “e il contatto tra le palme delle mani”) è il bacio dei pii pellegrini.

Pubblicità

ROMEO:

Have not saints lips, and holy palmers too?

I santi non hanno (forse) labbra e i pii pellegrini neppure ne hanno?

JULIET:

Ay, pilgrim, lips that they must use in prayer.

Sì, o pellegrino, (hanno) labbra che essi devono usare nella preghiera.

Pubblicità

ROMEO:

O then, dear saint, let lips do what hands do,
they pray, grant thou, lest faith turn to despair.

O, cara santa, allora lascia che le labbra facciano ciò che fanno le mani: esse pregano, e tu concedilo, per paura che la devozione si volga in disperazione.

JULIET:

Saints do not move, though grant for prayers’ sake.

I santi non si muovono, anche se concedono in virtù delle preghiere (ossia: “anche nel caso in cui, spinti dalle preghiere, accordano delle concessioni”).

ROMEO:

Then move not, while my prayer’s effect I take.
[He kisses her.]
Thus from my lip, by thine, my sin is purged.

Allora non ti muovere, mentre io raccolgo il frutto della mia preghiera … [Egli la bacia]. Ecco che il mio peccato viene rimosso (lett.: “viene ripulito”, “viene lavato via”) dal mio labbro, per opera del tuo (labbro).

Torna su


Traduzione parola per parola:

Pubblicità

Costruzione Traduzione
O, she doth teach the torches to burn bright!
It seems she hangs upon the cheek of night
like a rich jewel in an Ethiope’s ear –
beauty too rich for use, for earth too dear!
O, Oh,
she lei
doth teach (→ does teach) insegna
the torches alle fiaccole
to burn a brillare
bright! luminosamente!
It seems Sembra
she che lei
hangs penzoli
upon sulla
the cheek guancia
of night della notte,
like come
a rich un sontuoso
jewel gioiello
in an Ethiope’s ear (→ in the ear of an Ethiope) sull’orecchio di una fanciulla Etiope
beauty – bellezza
too rich troppo magnifica
for use, perché la si possa usare,
too dear troppo preziosa
for earth! per la Terra!
So shows a snowy dove trooping with crows,
as yonder lady o’er her fellows shows.
The measure done, I’ll watch her place of stand,
and, touching hers, make blessèd my rude hand.
A snowy Una nivea
dove colomba
trooping che fa gruppo
with con
crows, dei corvi
shows apparirebbe (lett: “appare”)
so così
as come
shows appare
lady la mia amata
yonder
o’er (→ over) tra
her fellows. le sue compagne.
Done Terminato
the measure il ballo,
I’ll watch osserverò
her place of stand, il suo luogo di sosta
and e
make renderò
blessed beata
my la mia
rude rozza
hand mano
touching toccando
hers. le sue (mani).
Did my heart love till now? Forswear it, sight!
For I ne’er saw true beauty till this night. […]
My heart Il mio cuore
did (ever) love ha (mai) amato
till now? fino ad ora?
Sight O sguardo,
forswear it! rinnega ciò! / non credere ciò!
For, Poiché,
till fino
this a questa
night, notte,
I ne’er saw (I never saw) io non avevo mai visto
true la vera
beauty. […] bellezza. […]
[To Juliet, touching her hand]
If I profane with my unworthiest hand
this holy shrine, the gentle sin is this:
my lips, two blushing pilgrims, ready stand
to smooth that rough touch with a tender kiss.
[To Juliet, [Rivolgendosi a Giulietta
touching mentre tocca
her hand] la mano di lei]
If Se
I io
profane profano
this questo
holy sacro
shrine, reliquiario
with con
my la mia
hand mano
unworthiest indegna,
is è
this questo
the gentle sin: un peccato cortese:
my lips, le mie labbra,
two due
pilgrims pellegrini
blushing arrossiti (sottinteso: “per la vergogna”),
stand sono
ready pronte
to smooth ad addolcire
with con
a tender un tenero
kiss bacio
that quel
rough rude
touch. tocco / contatto.

Pubblicità

Good pilgrim, you do wrong your hand too much,
which mannerly devotion shows in this:
for saints have hands that pilgrims’ hands do touch,
and palm to palm is holy palmers’ kiss.
Good pilgrim, O buon pellegrino,
you tu
do fai
too much troppo
wrong torto
your hand alla tua mano,
which la quale
shows dimostra
devotion devozione
mannerly in maniera cortese
in this: in questo (“con questo gesto”):
for in quanto
saints (too) (anche) i santi
have hanno
hands mani
that che
pilgrims’ hands (→ the hands of the pilgrims) le mani dei pellegrini
do touch, toccano,
and e
palm to palm palmo contro palmo / il contatto tra le palme delle mani
is è
holy palmers’ kiss (→ the kiss of the holy palmers). il bacio dei pii pellegrini.
Have not saints lips, and holy palmers too?
Ay, pilgrim, lips that they must use in prayer.
Saints I santi
have not non hanno
lips labbra
and e
holy i pii
palmers pellegrini
(have not lips) too? neppure ne hanno?
Ay, Sì,
pilgrim, o pellegrino,
(they have) (hanno)
lips labbra
that che
they essi
must devono
use usare
in prayer. nella preghiera.
O then, dear saint, let lips do what hands do,
they pray, grant thou, lest faith turn to despair.
Saints do not move, though grant for prayers’ sake.
O O,
dear cara
saint, santa,
then allora
let lascia
lips che le labbra
do facciano
what ciò che
do fanno
hands: le mani:
they esse
pray, pregano,
grant thou (→ grant you) e tu concedilo,
lest per paura che
faith la devozione
turn si volga
to despair. in disperazione.
Saints I santi
do not move, non si muovono,
though anche se
grant concedono / fanno concessioni
for prayers’ sake. in virtù delle preghiere.
Then move not, while my prayer’s effect I take.
[He kisses her.]
Thus from my lip, by thine, my sin is purged.
Then Allora
move not, non ti muovere,
while mentre
I take io raccolgo
my prayer’s effect (→ the effect of my prayer) … il frutto della mia preghiera …
[He [Egli
kisses her]. la bacia].
Thus Ecco che
my sin il mio peccato
is purged. viene tolto / viene ripulito
from my lip, via dal mio labbro,
by thine (→ yours). per opera del tuo (labbro).