Archivio testo: The whiteness of the whale

Traduzione The whiteness of the whale

HERMAN MELVILLE

THE WHITENESS OF THE WHALE

– da MOBY DICK – CHAPTER 42 –

– TRADUZIONE IN ITALIANO –

Thus, then, the muffled rollings of a milky sea; the bleak rustlings of the festooned frosts of mountains; the desolate shiftings of the windrowed snows of prairies; all these, to Ishmael, are as the shaking of that buffalo robe to the frightened colt!

Così, dunque, i rullii soffocati di un mare lattiginoso, gli squallidi scricchiolii dei ghiacci frastagliati delle montagne, il desolato movimento delle nevi ammucchiate nelle praterie, tutte queste cose, per Ismaele, sono come lo scuotersi della pelle di bufalo per il puledro (colt) spaventato.

Though neither knows where lie the nameless things of which the mystic sign gives forth such hints; yet with me, as with the colt, somewhere those things must exist. Though in many of its aspects this visible world seems formed in love, the invisible spheres were formed in fright.

Sebbene nessuno sappia dove si trovino le cose senza nome di cui il segno mistico dà tali accenni; ciononostante per me, come per il puledro, da qualche parte queste cose devono esistere. Sebbene in molti dei suoi aspetti questo mondo visibile sembri costituito d’amore, le sfere invisibili si formarono nella paura.

But not yet have we solved the incantation of this whiteness, and learned why it appeals with such power to the soul; and more strange and far more portentous – why, as we have seen, it is at once the most meaning symbol of spiritual things, nay, the very veil of the Christian’s Deity; and yet should be as it is, the intensifying agent in things the most appalling to mankind.

Ma non abbiamo ancora risolto l’incanto di quest’essere bianca, né compreso perché ciò affascina con un tale potere l’anima; e, più strano e molto più prodigioso, (non abbiamo compreso) perché, come abbiamo visto, essa contemporaneamente sia il simbolo più significativo delle cose spirituali, anzi il velo stesso della Divinità Cristiana; quand’invece dovrebbe essere, come di fatto è, l’agente catalizzatore delle cose più terribili per l’umanità.

Pubblicità

Is it that by its indefiniteness it shadows forth the heartless voids and immensities of the universe, and thus stabs us from behind with the thought of annihilation, when beholding the white depths of the milky way?

Si tratta del fatto che essa (ossia: “la bianchezza”), in virtù della sua indefinitezza, adombra i vuoti spietati e le immensità dell’universo, e così ci pugnala alle spalle (behind: “da dietro”), con il pensiero dell’annientamento, quando contempliamo le bianche profondità della via lattea?

Or is it, that as in essence whiteness is not so much a color as the visible absence of color, and at the same time the concrete of all colors; is it for these reasons that there is such a dumb blankness, full of meaning, in a wide landscape of snows – a colorless, all-color of atheism from which we shrink?

Oppure si tratta del fatto che, in sostanza, la bianchezza non è tanto un colore quanto l’assenza visibile di ogni colore, e nello stesso tempo la base di tutti i colori; ed è per queste ragioni che c’è una sorta di muta vacuità, piena di significato, in un vasto paesaggio nevoso (lett.: “di nevi”): la pienezza di colore senza colore di un ateismo dal quale noi fuggiamo?

And when we consider that other theory of the natural philosophers, that all other earthly hues – every stately or lovely emblazoning – the sweet tinges of sunset skies and woods; yea, and the gilded velvets of butterflies, and the butterfly cheeks of young girls: all these are but subtile deceits, not actually inherent in substances, but only laid on from without; so that all deified Nature absolutely paints like the harlot, whose allurements cover nothing but the charnel-house within;

E quando consideriamo quell’altra teoria dei filosofi naturali, che tutte le altre tonalità terrene (ossia: “tutti gli altri colori della terra”) – ogni maestosa e bellissima decorazione – le dolci tinte dei cieli al tramonto e dei boschi, i velluti dorati delle farfalle e le guance, pari a farfalle, delle giovani donne: (che) tutte queste cose non sono che sottili inganni, (qualità) non effettivamente inerenti alle sostanze, ma solo riversate dal di fuori, così che tutta quella Natura divinizzata non fa che dipingersi come una prostituta (harlot), le cui lusinghe (allurements) coprono nient’altro che il sepolcro (charnel-house) che ha dentro;

Pubblicità

and when we proceed further, and consider that the mystical cosmetic which produces every one of her hues, the great principle of light, for ever remains white or colorless in itself, and if operating without medium upon matter, would touch all objects, even tulips and roses, with its own blank tinge – pondering all this, the palsied universe lies before us a leper;

E quando procediamo oltre, e consideriamo che il mistico cosmetico che produce ciascuna delle sue tinte, il grande principio della luce, resta per sempre il bianco o l’assenza di colore in sé, e che se operasse senza mediazione sulla materia toccherebbe tutti gli oggetti, anche i tulipani e le rose, con la sua tinta vuota: considerando tutto questo, l’universo paralizzato (palised) giace davanti a noi come un lebbroso (leper);

and like wilful travellers in Lapland, who refuse to wear colored and coloring glasses upon their eyes, so the wretched infidel gazes himself blind at the monumental white shroud that wraps all the prospect around him.

e come i risoluti viaggiatori in Lapponia, che rifiutano di indossare occhiali colorati e coloranti, così lo sventurato miscredente fissa fino ad accecarsi il monumentale bianco sudario che avvolge ogni prospettiva intorno a lui.

And of all these things the Albino Whale was the symbol. Wonder ye then at the fiery hunt?

E di tutte queste cose la Balena Albina era il simbolo. Vi stupite allora di questa caccia feroce?