Archivio testo: The wilderness as homeland

Traduzione The wilderness as homeland

STEVIE DAVIS

THE WILDERNESS AS HOMELAND

– TRADUZIONE IN ITALIANO –

La natura selvaggia come terra natia. Cime tempestose assume la natura selvaggia come terra natia, come luogo d’origine dell’anima e come suo luogo di pace. Per i ragazzi bisognosi e ribelli della prima generazione, le brughiere sono un luogo sacro, uno spazio per il gioco, ma anche la superficie degli Inferi. In Cime tempestose, le madri muoiono lasciando l’umanità in “una dimora infernale”, dalla quale le vaste brughiere offrono un rifugio. Heathcliff attraversa il muro della chiesa per coprire la prima tomba di Catherine. Da ragazzi, Catherine e Heathcliff correvano liberamente attraverso i luoghi proibiti della brughiera. Belle, ma pericolose, le brughiere attraggono e “minacciano” nello stesso tempo.

Cime Tempestose mette in discussione i valori acquisiti della letteratura, ponendo la natura e la cultura in costante dialogo. Solo nella seconda generazione, con l’acculturamento di Hareton, la cultura “forma” (ossia: “istruisce, educa”) e la natura “nutre”.

Pubblicità

Il dualismo del romanzo si fonda sulla marcata interazione di coppie oppositive: roccia ed alberi; paradiso e terra; Thrushcross Grange e Wuthering Heights. La terra è la meta del romanzo e “terra” ne è anche l’ultima parola.

La tempesta e il “tumulto atmosferico”, luoghi dell’inconscio che caratterizzano le brughiere, passano presto dal maestoso al proibito. Il paesaggio è personificato ad arte e i personaggi sono assimilati alla natura. L’idea suggerita, della “deformazione” come inevitabile risultato di condizioni avverse, affonda le radici in un paesaggio vicino all’idea di “sublime” nell’arte di Burke, che trasforma “sofferenza, pericolo e terrore” in attrazione. Così il romanzo si sposta dall’intimista e dal lineare al sublime e al ciclico.