Archivio testo: When I have fears

Traduzione When I have fears

JOHN KEATS

WHEN I HAVE FEARS

– da POEMS –

– TRADUZIONE IN ITALIANO –

Lines 1 – 4

When I have fears that I may cease to be
Before my pen has gleaned my teeming brain,
Before high-pilèd books, in charactery,
Hold like rich garners the full ripened grain;

Quando ho dei timori sul fatto che io potrei smettere di esistere (ossia: “sul fatto che potrei morire”) prima che la mia penna abbia mietuto il mio fertile cervello (ossia: “prima che la mia penna abbia raccolto i frutti del mio fervido ingegno”), prima che dei libri stampati, impilati a mucchi, contengano, come ricchi granai, il grano giunto alla piena maturazione,

Pubblicità

Lines 5 – 8

When I behold, upon the night’s starred face,
Huge cloudy symbols of a high romance,
And think that I may never live to trace
Their shadows with the magic hand of chance;

quando vedo, sopra il volto stellato della notte, enormi nebulosi presagi di un grande romanzo (ossia: “quando, osservando il cielo notturno, mi sovvengono le idee per un grande romanzo”), e penso che potrei non vivere mai (a sufficienza) per seguire le ombre di essi con la magica mano della dell’opportunità (ossia: “e penso che potrei morire senza aver avuto l’opportunità di dare una forma compiuta a quelle idee e a quelle intuizioni, fissandole in una grande opera”);

Lines 9 – 12

And when I feel, fair creature of an hour,
That I shall never look upon thee more,
Never have relish in the faery power
Of unreflecting love

e quando, – o bella creatura di un’ora – io immagino (lett.: “sento”) che non poserò mai più lo sguardo su di te, (e che) mai godrò del piacere dato dalla potenza incantata dell’amore appassionato (to have relish in something: “godere del piacere dato da qualcosa”; unreflecting: “fervido”, “appassionato”),

Pubblicità

Lines 12 – 14

then on the shore
Of the wide world I stand alone, and think
Till love and fame to nothingness do sink.

allora mi fermo da solo sulla sponda del vasto mondo, e rifletto, fino a che l’amore e la fama non scompaiono nel nulla (lett.: “non affondano nel nulla”).