Archivio testo:

An excellent match

INTRODUZIONE AL TESTO

Nel brano An excellent match (ossia: “Un’unione perfetta”), tratto dal capitolo 8 del romanzo Sense and sensibility, viene presentato il momento in cui, per la prima volta nel corso dell’opera, viene prospettata l’ipotesi di un possibile matrimonio tra Marianne Dashwood, una delle protagoniste, e il colonnello Brandon, l’uomo che Marianne finirà per sposare al termine della storia.

Nella prima parte del brano, il racconto ruota attorno alla figura di Mrs Jennings, un’anziana signora, gioviale e amante del pettegolezzo, con la passione di combinare matrimoni tra giovani uomini e donne. Mrs Jennings è la prima ad intuire che il colonnello Brandon è innamorato di Marianne, e crede che i due formerebbero una coppia perfetta.

Completamente diverso, in merito alla questione, è il punto di vista della diretta interessata, Marianne, la quale, nel corso di un serrato dialogo con la madre e la sorella Elinor, riportato nella seconda parte del brano, mostra di non voler prendere in considerazione Brandon come possibile partner neanche per idea.

Marianne, infatti, fortemente condizionata dalla sua giovane età, vede il colonnello Brandon – in realtà appena trentacinquenne – come uno scapolo derelitto, anziano ed infermo, incapace ormai di provare amore e parimenti di ispirare amore in una donna.

Mrs Dashwood ed Elinor, che vedono Brandon per quello che è, ossia un uomo ancora giovane e in forze, cercano di ricondurre Marianne a giudizi più obiettivi, ma senza successo.

Nell’ultimo segmento del brano, Elinor esce dalla stanza, e la conversazione tra Marianne e sua madre si sposta sulla figura di Edward Ferrars, l’uomo che alla fine del romanzo sposerà Elinor, sorella di Marianne ed altra protagonista dell’opera. Marianne osserva che una strana freddezza è comparsa di recente nei rapporti tra Elinor e il gentiluomo, e pervasa di curiosità, si interroga a voce alta su quale possa essere la motivazione di quella freddezza, e su cosa ciò possa significare.