Archivio testo: Chilean trucks and chilenos

Traduzione Chilean trucks and chilenos

BRUCE CHATWIN

CHILEAN TRUCKS AND CHILENOS

– da IN PATAGONIA – CHAPTER 37 –

– TRADUZIONE IN ITALIANO –

Ora avevo due ragioni per tornare indietro alla Cordigliera: per vedere il vecchio allevamento di pecore di Charley Milwards nella Valle Huemeleus e per trovare l’unicorno di Padre Palacios. Presi un autobus per Perito Moreno e arrivai lì in una tempesta di polvere. Il ristorante era di proprietà di un arabo, che serviva lenticchie e ravanelli, e teneva un rametto di menta sul bar, affinché gli ricordasse una patria che non aveva (mai) visto. Gli chiesi del traffico andando verso nord. Scosse la testa. “Alcuni camion cileni, forse, ma sono molto molto pochi”.

La distanza fino a Valle Huemeules era di oltre un centinaio di miglia, ma decisi di rischiare. Alla periferia della città qualcuno aveva scritto “Peron Gorilla” (Juan Domingo Peron è il nome del presidente dell’Argentina negli anni dal 1946 al 1955), con della vernice blu, su un posto di polizia abbondonato. Vicino c’era un mucchio di bottiglie di gin, un monumento in memoria di un camionista morto; i suoi amici vi gettavano sopra una bottiglia ogni volta che passavano. Camminai per due ore, cinque ore, dieci ore, e nessun camion. Il mio blocco per gli appunti suggerisce qualcosa del mio stato d’animo (mood: “stato d’animo”):

Pubblicità

“Camminato tutto il giorno e il giorno seguente. Strada dritta, grigia, polverosa e senza traffico. Il vento implacabile, che ti porta via. A volte hai sentito un camion, hai pensato per certo che fosse un camion, ma anche quello era il vento. Oppure (hai sentito) il rumore di un cambio che ingrana le marce più basse, ma anche quello era il vento. Qualche volta il vento ha suonato come un camion scarico mentre sbatte sopra un ponte. Anche se un camion ti fosse arrivato alle spalle, non lo avresti sentito. E se tu fossi stato sottovento, il vento avrebbe soffocato il rumore (del motore).

L’unico rumore che hai sentito, è stato il guanaco (il guanaco è animale del tipo dei camelidi che vive sulle Ande). Un rumore simile a un bambino che prova a piangere e a starnutire nello stesso tempo. Tu l’hai visto, lontano un centinaio di iarde, un maschio solo, più grande e più aggraziato di un lama, con la sua pelliccia arancione e la coda bianca diritta all’insù.