Archivio testo: Mr and Mrs Bennet

Traduzione Mr and Mrs Bennet

JANE AUSTEN

MR AND MRS BENNET

– da PRIDE AND PREJUDICE – CHAPTER 1 –

– TRADUZIONE IN ITALIANO –
Il testo Mr and Mrs Bennet (tradotto: “Il Signor e la Signora Bennet”) costituisce il passo d’apertura del romanzo Pride and Prejudice. Nel brano viene riportata una conversazione che ha luogo tra i coniugi Bennet – il Mr e la Mrs Bennet del titolo – riguardo all’arrivo ... Leggi la Presentazione per intero >>>

It is a truth universally acknowledged, that a single man in possession of a good fortune, must be in want of a wife.

È una verità universalmente riconosciuta, che uno scapolo in possesso di un solido patrimonio (lett. a good fortune: “una buona fortuna”) debba essere alla ricerca (in want) di una moglie.

However little known the feelings or views of such a man may be on his first entering a neighbourhood, this truth is so well fixed in the minds of the surrounding families, that he is considered the rightful property of someone or other of their daughters.

Per quanto poco si possano conoscere i sentimenti o i punti di vista di un uomo del genere alla sua prima apparizione nel vicinato, questa verità è così ben radicata (to fix: “fissare”) nelle menti delle famiglie circostanti, che egli è considerato la legittima proprietà di una o l’altra delle loro figlie.

Pubblicità

“My dear Mr. Bennet”, said his lady to him one day, “have you heard that Netherfield Park is let at last?” Mr. Bennet replied that he had not. “But it is”, returned she; “for Mrs. Long has just been here, and she told me all about it”. Mr. Bennet made no answer.

“Mio caro Mr. Bennet”, gli disse la sua signora un giorno, “avete sentito che Netherfield Park è stato affittato (is let) alla fine?” Mr. Bennet rispose che non lo sapeva. “Ma è così”, insistette lei, “poiché Mrs. Long è appena stata qui, e mi ha raccontato tutto”. Mr. Bennet non rispose.

“Do not you want to know who has taken it?” cried his wife impatiently. “You want to tell me, and I have no objection to hearing it”. This was invitation enough.

“Non volete sapere chi l’ha preso?”, esclamò sua moglie con impazienza. “Voi, volete dirmelo, e io non ho nulla in contrario ad ascoltare”. Tanto bastò per incoraggiarla (lett.: “Questo fu abbastanza come invito”).