Archivio testo: Prospero renounces his magic powers

Traduzione Prospero renounces his magic powers

WILLIAM SHAKESPEARE

PROSPERO RENOUNCES HIS MAGIC POWERS

– da THE TEMPEST– ACT V, SCENE I –

– TRADUZIONE IN ITALIANO –

PROSPERO:

Ye elves of hills, brooks, standing lakes and groves,
and ye that on the sands with printless foot
do chase the ebbing Neptune and do fly him
when he comes back;

Voi, o elfi delle colline, dei ruscelli, dei laghi immobili e dei boschi, e voi che sulle sabbie, con passo senza orma (ossia: “muovendovi senza lasciare orme”), inseguite Nettuno mentre rifluisce (ossia: “inseguite la marea di Nettuno”) e lo rifuggite quando torna indietro;

you demi-puppets that
by moonshine do the green sour ringlets make,
whereof the ewe not bites; and you whose pastime
is to make midnight mushrooms, that rejoice
to hear the solemn curfew,

e voi, o mezzi burattini, che al chiaro di luna tracciate piccoli cerchi di erba amara, di cui la pecora non si ciba; e voi, il cui passatempo è far crescere i funghi a mezzanotte, che gioite nell’udire il solenne coprifuoco,

Pubblicità

by whose aid –
weak masters though ye be – I have bedimm’d
the noontide sun, call’d forth the mutinous winds,
and ‘twixt the green sea and the azur’d vault
set roaring war:

grazie al vostro aiuto – sebbene voi siate dei deboli maestri – io ho velato il sole di mezzogiorno, ho fatto soffiare (lett.: “ho evocato fuori” / “ho suscitato”) i venti impetuosi, e ho scatenato una guerra ruggente tra il verde mare e la volta azzurrata,

to the dread rattling thunder
have I given fire, and rifted Jove’s stout oak
with his own bolt; the strong-bas’d promontory
have I made shake and by the spurs pluck’d up
the pine and cedar:

io ho appiccato il fuoco al tremendo, strepitante tuono, e ho spaccato la possente quercia di Giove con il suo stesso fulmine; ho fatto scuotere il promontorio che ha solida base, ho divelto dalle radici il pino e il cedro;