Archivio testo: The projectors

Traduzione The projectors

JONATHAN SWIFT

THE PROJECTORS

– da GULLIVER’S TRAVELS – Book 3, Chapter 5 –

– TRADUZIONE IN ITALIANO –

The first man I saw was of a meagre aspect, with sooty hands and face, his hair and beard long, ragged, and singed in several places. His clothes, shirt, and skin, were all of the same colour. He has been eight years upon a project for extracting sunbeams out of cucumbers, which were to be put in phials hermetically sealed, and let out to warm the air in raw inclement summers.

Il primo uomo che vidi era di un aspetto smunto, con mani e faccia fuligginose, i suoi capelli e la sua barba (erano) lunghi, cenciosi e bruciacchiati in vari punti. I suoi vestiti, la camicia e la pelle erano tutti dello stesso colore. Egli era stato per otto anni su di un progetto per estrarre dalle zucche i raggi solari, che avrebbero dovuto essere posti in fiale sigillate ermeticamente, e rilasciati allo scopo di riscaldare l’aria nelle estati rigide e inclementi.

He told me, he did not doubt, that, in eight years more, he should be able to supply the Governor’s gardens with sunshine, at a reasonable rate; but he complained that his stock was low, and entreated me to give him something as an encouragement to Ingenuity, especially since this had been a very dear season for cucumbers. I made him a small present, for my Lord had furnished me with money on purpose, because he knew their practice of begging from all who go to see them.

Egli mi disse che non dubitava del fatto che, nel giro di altri otto anni, sarebbe stato in grado di dotare della luce solare i giardini del Governatore, ad un prezzo ragionevole; però si lamentava che i suoi fondi fossero a secco, e mi implorò di dargli qualcosa a titolo d’incoraggiamento del talento creativo, tanto più che la presente era stata una stagione davvero complicata per le zucche. Gli feci una piccola offerta, poiché il mio Signore mi aveva provvisto di denaro al proposito, dal momento che egli conosceva la loro pratica di elemosinare da tutti coloro che si recano a visitarli.

Pubblicità

I went into another chamber, but was ready to hasten back, being almost overcome with a horrible stink. My conductor pressed me forward, conjuring me in a whisper to give no offence, which would be highly resented, and therefore I durst not so much as stop my nose.

Andai in un’altra stanza, ma ero già sul punto di andarmene in tutta fretta, essendo pressoché sopraffatto da un’orribile puzza. La mia guida mi spinse avanti, scongiurandomi con un sussurro di non arrecare offesa (all’inventore), il quale ne sarebbe stato altamente infastidito, e dunque io non osai nemmeno tapparmi il naso.

The projector of this cell was the most ancient student of the Academy. His face and beard were of a pale yellow; his hands and clothes daubed over with filth. When I was presented to him, he gave me a close embrace, a compliment I could well have excused.

L’inventore di questo gruppo era il più anziano ricercatore dell’Accademia. Il suo volto e la sua barba erano di un giallo pallido; le sue mani e i vestiti (erano) tutti ricoperti di sporcizia. Quando gli venni presentato, lui mi diede uno stretto abbraccio, una formalità sulla quale avrei volentieri soprasseduto.