Archivio testo: The Rose-Bush

Traduzione The Rose-Bush

D. H. LAWRENCE

THE ROSE-BUSH

– da SONS AND LOVERS – CHAPTER 7 –

– TRADUZIONE IN ITALIANO –

Lui (Paul) la seguì attraverso il pascolo brucato, nel crepuscolo. Nel bosco c’era freddo, un aroma di foglie, di caprifoglio, e penombra. I due camminavano in silenzio. La notte calò meravigliosamente su quel luogo, tra la moltitudine dei tronchi neri. Lui si guardò intorno, aspettando. Lei voleva mostrargli un certo cespuglio di rose selvatiche (wild rose bush) che aveva scoperto. Lei sapeva che era meraviglioso. E tuttavia, finché lui non l’avesse visto, sentiva che non le sarebbe entrato nell’anima. Soltanto lui avrebbe potuto renderglielo suo, immortale. Non era appagata.

Sui sentieri c’era già la rugiada. Nel vecchio bosco di querce si stava alzando della nebbia, ed egli esitò, domandandosi se una macchia più chiara fosse un brandello di nebbia o soltanto un licnide (il licnide è una pianta, dai fiori bianchi e rossi), pallido e a forma di nuvola.

Pubblicità

Mentre si avvicinavano alla pineta, Miriam stava diventando molto inquieta, e molto tesa. Il suo cespuglio avrebbe potuto essere scomparso. Lei avrebbe potuto non essere capace di ritrovarlo. E lei lo desiderava così tanto … Quasi con passione, lei desiderava stare con lui quando si sarebbe trovata davanti a quei fiori. Loro stavano per realizzare una vera comunione insieme, qualcosa che la faceva rabbrividire, qualcosa di sacro. Lui stava camminando accanto a lei in silenzio. Erano molto vicini l’uno all’altra. Lei venne scossa da un tremito, e lui lo sentì, vagamente ansioso.

Giungendo all’estremità del bosco, videro il cielo di fronte come di madreperla, e la terra che imbruniva. In alcuni punti, nei rami più esterni dei pini, il caprifoglio stava diffondendo il suo profumo. “Dove?” domandò lui.